Ittica NewsSocietà e Cultura

La democrazia è la patetica fiducia nella saggezza collettiva di un’ignoranza individuale

1 Mins read

Molte persone sono convinte che, in democrazia, la loro ignoranza valga quanto la conoscenza. Se non fosse che l’ignoranza e la sua gemella, l’arroganza, spesso si coalizzano per dare vita alla cosiddetta “voce del popolo”, si potrebbe cadere nell’inganno di pensare che sia giusto dare spazio a qualunque borborigmo di binari e fallocefali.

In fondo la traduzione più accreditata di democrazia [dal greco δημοκρατία, composto di δῆμος, popolo, e κρατία, crazia, col significato di “potere”] non è forse “governo in cui il potere risiede nel popolo” ed in cui il popolo, ancorché stupido, esercita la sua sovranità attraverso un numero variabile di rappresentanti?

Churchill sosteneva che l’argomento migliore contro la democrazia fosse una conversazione di cinque minuti con l’elettore medio. Ahimè, aveva ragione!

Avere a che fare con uno stupido è infatti stancante oltre che assolutamente improduttivo. Tra i vari tipi di persone gli stupidi sono sempre i più pericolosi. A prima vista sembrerebbe che l’istruzione possa essere ritenuto un parametro importante per tirare una linea di confine tra chi è stupido e chi non lo è, ma quest’affermazione  è verificata solo fino a quando non ci capita di incappare negli stupidi istruiti: i peggiori di tutti.

Si potrebbe allora dire, ironizzando sul noto paradosso di Schrödinger, che una persona è contemporaneamente stupida o intelligente finché non apre bocca. In realtà la stupidità non è tanto sinonimo di mancanza di intelligenza. Al contrario essa si presenta sotto forma di eccesso: di superficialità, di risentimento che sviluppa arroganza e, solo buona ultima, di ignoranza.

Lo stupido è una persona che principalmente non sa di sé, ma è convinto che appartenga alla sua natura l’urgenza di manifestarsi agli altri. La stupidità non è mai muta. E questo spiega perché la democrazia, pur essendo la miglior forma di governo, non ha ancora trovato un popolo alla sua altezza.

🌹🏴‍☠️

281 posts

About author
Esimio "signor nessuno", anarcoinsurrezionalista del tastierino, Scienze politiche all'Università, ottico optometrista per campare. Se proprio devo riconoscermi in qualcuno, scelgo De André. Ciclista da sempre, mi piacciono le strade in salita. Ci si vede in cima.
Articles
Related posts
Ittica NewsSocietà e Cultura

Cottarellismo vs melonismo: l'ennesima "trasformazione" italiana

2 Mins read
Siamo un paese senza cultura e senza memoria storica. “Sulla scheda scrivete solo Giorgia” ha recentemente sollevato l’ennesima polemica. Questa volta il…
elezioniIttica News

La libertà in politica è scegliere, ma la felicità è essere scelti

2 Mins read
Manca meno di un mese alle elezioni e l’ansia da prestazione sale. Stante il fatto che in Regione non voterò nessun candidato…
Ittica Newspolitica italianaSocietà e Cultura

La faccia come il chiulo parte II

2 Mins read
In Italia è in atto una svolta illiberale. Il governo Meloni, supportato dal caravanserraglio di nostalgici, rosiconi, binari e fallocefali che lo ha…
Entra nella Ittica Community

Non perderti i contributi dei nostri autori e rimani aggiornato sulle iniziative ittiche!