Ittica Newspolitica italianaSocietà e Cultura

Di madre in figlia

1 Mins read

E fu così che il governo più “familiare” della storia della Repubblica arrivò a mettere le mani sulla Costituzione.

Che ingenui siamo noi democratici! Pensavamo che Meloni&parenti fossero tutti presi nel tentativo (vano) di dare un aspetto appena passabile alla manovra finanziaria e invece loro stavano pensando a come propinarci figli e nipoti.

È per farci capire che sono arrivati per restare che ripropongono un loro asinello di battaglia: la legge di riforma costituzionale che dovrebbe introdurre in Italia il premierato elettivo.

Secondo la premier la riforma “porterà il paese nella Terza Repubblica”. Veramente ci permettiamo di eccepire, dal momento che prima firmataria è Maria Elisabetta Alberti Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare Casellati, la stessa che in Parlamento si è detta più volte convinta che Ruby fosse la nipote di Mubarak.

Andrea Giorgis una delle poche persone serie e preparate rimaste in quel salone tutto spifferi e supercazzole che è il Pd, guarda caso pure costituzionalista, ha stroncato così la riforma: «Se il primo ministro viene eletto dai cittadini non viene più nominato dal presidente della Repubblica e legittimato dal Parlamento attraverso la fiducia. La democrazia si riduce alla scelta del capo».

Tuttavia la premier, che dalla Garbatella nel culto del “capo” vi è cresciuta, ci crede e punta tutto sulla riforma del sistema di governo per riuscire dove altri megalomani (Renzi e, prima ancora, Berlusconi) hanno fallito: legare il proprio nome a una riforma organica della Costituzione. E se il Paese va in mona, tanto meglio! Ci saranno sempre più nostalgici, rosiconi e fallocefali da cui attingere voti.

Se vorrà seguire le orme di mammina, Ginevra ha davanti a sè solo praterie.

🌹🏴‍☠️

hhttps://ilmanifesto.it/premier-allitaliana-la-destra-partorisce-il-mostro-giuridico?fbclid=IwAR1DeMc61O5algZ72t-_udtLtJZgivk5r6LW-ui3HaIUHAmSytxIl3MdnSQ

281 posts

About author
Esimio "signor nessuno", anarcoinsurrezionalista del tastierino, Scienze politiche all'Università, ottico optometrista per campare. Se proprio devo riconoscermi in qualcuno, scelgo De André. Ciclista da sempre, mi piacciono le strade in salita. Ci si vede in cima.
Articles
Related posts
Ittica NewsSocietà e Cultura

Cottarellismo vs melonismo: l'ennesima "trasformazione" italiana

2 Mins read
Siamo un paese senza cultura e senza memoria storica. “Sulla scheda scrivete solo Giorgia” ha recentemente sollevato l’ennesima polemica. Questa volta il…
elezioniIttica News

La libertà in politica è scegliere, ma la felicità è essere scelti

2 Mins read
Manca meno di un mese alle elezioni e l’ansia da prestazione sale. Stante il fatto che in Regione non voterò nessun candidato…
Ittica Newspolitica italianaSocietà e Cultura

La faccia come il chiulo parte II

2 Mins read
In Italia è in atto una svolta illiberale. Il governo Meloni, supportato dal caravanserraglio di nostalgici, rosiconi, binari e fallocefali che lo ha…
Entra nella Ittica Community

Non perderti i contributi dei nostri autori e rimani aggiornato sulle iniziative ittiche!